ILLUMINATOS – Il sistema operativo nella tua testa

ILLUMINATOS è il sistema operativo di un complottista. Tutti noi abbiamo un sistema operativo in testa che ci aiuta ad operare nel mondo. Scopri qual è il tuo sistema operativo.

La Mostrificazione dell’Uomo

Lo stato dell’uomo moderno in capitalismo.

INDICE:
00:00 1. CAMBIAMENTO ANTROPOLOGICO:
Creazione di bisogni / desideri innaturali per aumentare i consumi;

01:53 2. ILLIMITATAMENTE:
Mancanza di senso del limite (venduto come un simbolo di libertà) in realtà studiata ad arte per creare consumatori frenetici, individui non pensanti. Il marshmallow test, importante negli studi di psicologia sociale e della personalità, e per lo studio longitudinale correlato che mostrò la importanza del controllo degli stimoli e del rafforzamento;

04:27 3. LIVELLI DI MOSTRIFICAZIONE:
Come riconoscere uno zombie / mostro. Di solito le persone vuote dentro cercano di rimediare alla mancanza di sostanza con l’apparenza esteriore. Quindi trucco pesante, abbigliamento vistoso ed eccessivo, uso di linguaggio pesantemente complesso. Tutto questo per farci cascare il pollo che si ferma solo alla superficie (il trucco funziona perché i polli non ci mancano). Quindi ricapitolando: più una persona cerca di puntare all’apparenza, più questo è un sintomo di disperazione e vuoto interiore;

09:30 4. IMPERFETTI:
Il tuo corpo così com’è non va bene. Ha bisogno di essere depilato, truccato, coperto. Perché così vendiamo di più;

11:27 5. SUPERSTITI:
Ci sono diverse categorie di persone che è sfuggita alla mostrificazione ed è rimasta ancora umana. La cultura di oggi non da nessun valore a questa gente, anzi;

12:18 6. ESPORTAZIONE DELLA DEMOCRAZIA:
Si esportare il nostro stile di vita anche in quei pochi paesi che hanno resistito ancora all’invasione globale della cultura unica. Questo ha lo scopo di impossessarsi delle loro risorse, di indebitarli in modo da poterli poi sfruttare illimitatamente e trasformarli in prigionieri senza catene;

16:35 7. CI SONO CITTADINI E CITTADINI:
È incredibile come nessuno inorridisca quando vede queste categorie l’una vicina all’altra nella vita di tutti i giorni. Esseri umani di classe-A e di classe-B che interagiscono e stanno insieme come se niente fosse. Hanno messo in testa a quelli di classe-B, che quelli di classe-A si trovano in alto perché si sono dati da fare più di te e quindi se lo meritano;

18:54 8. INTERESSE:
Non sono solo i politici a fare i favori per interessi personali. Questo è un fenomeno alla base in un sistema dove i più, scelgono di delegare la propria vita a quelli più in alto di loro. Piuttosto di capire che se aiutiamo tutti quelli che possiamo, senza curarsi di un guadagno immediato, poi si ha una società dove tutti aiutano l’un-l’altro senza interesse. Sì ha un rapporto più sincero e si fatica di meno.

PARANOID – L’Ascesa del Complottismo

Analizzo il fenomeno del complottismo. Collegamenti con la paranoia. Del diffuso vittimismo, del totale disinteresse politico ecc.

Questo è una risposta che ho dato ad un commento ricevuto su youtube:

su cosa si baserebbe il complottismo di preciso?

Valvola di sfogo per le masse. La massa s’incazza (sfoga) con qualcuno. Si sentono un po meglio. Poi il giorno dopo ritornano a leccare culi e subire come sempre. Poi la sera aprono facebook, si sfogano di nuovo con chi non c’entra niente (ufo rettiliani massoni illuminati stranieri zingari ecc) guardano la partita, vanno a dormire e via così.. per sempre. Il complottismo è l’effetto. La causa è che l’uomo preferisce fare sempre la cosa che richiede meno sforzo possibile.

lo sai che se non esisterebbero i cosiddetti complottisti oggi non ci sarebbe nessuno a parlare di certe cose

Forse stavi cercando “esistessero” xD Ma guarda “di certe cose” l’uomo ha parlato scritto e descritto da migliaia di anni. Il problema è che nessuno s’informa. È più facile vedere un video accattivante complottaro.

tanto se togli uno che ha i soldi poi ne arriva un altro, quindi dov’è il problema alla fine? non capisco proprio dove vuoi andare a parare, dici tutto e il contrario di tutto, cioè fammi capire a te interessa avere i soldi, essere come i massoni oppure cosa?

Hai le idee confuse. È un buon segno. Significa che stai usando la testa. Non voglio darti suggerimenti. Non voglio mettermi un etichetta che spiega chi sono io. Sforzati da solo (non farlo fare a qualcun altro). Questo è quello che cerco di far capire in questo canale. Mai delegare l’uso del proprio cervello ad un altro.

pensi che le cose che succedono accadono per caso? pensi che l’economia crolla per caso? pensi che vengono fatte le guerre per divertimento o perchè non si ha un cazzo da fare?

Accesso alle risorse. Nei miei video sto cercando di far capire che se diamo per diritto accesso alle risorse a ogni uomo, le guerre sono finite. Nessuno va più a fare il militare se ha una casa e da mangiare garantito. Nessuno fa più schifezze a lavoro, nessuno inquina perché se non lo fa perde il lavoro. Oggi c’è conflitto perché c’è gente che si ostina a voler avere di più degli altri e poi si meraviglia che vive in una prigione (per proteggere quel ‘di più’); Finché la gente non capirà che il benessere (anche di quelli che odiano e che non hanno niente) conviene anche a loro, invece di comportarsi come i bambini che pensano solo alle loro cose, ci sarà sempre conflitto, guerre perché chi ha di più, ruba a chi ha di meno, e di conseguenza poi chi non ha più niente, ruba a chi ne ha di più.

se non vuoi diffondere i discorsi dei complottisti allora perchè ne parli?

Beh un documentario su Hitler non è propaganda per il nazismo.

se non sbaglio anche tu hai fatto video contro la politica, perchè secondo te invece la politica serve a qualcosa? sembra che cambi idea da un giorno all’altro

Devi capire la differenza tra politici e Stato. Io critico i primi non il secondo. Lo Stato è stato una grande conquista. è l’unico strumento che frena un po i “bambini” cioé il potente/miliardario/imprenditore/ ecc. ed è stato molto difficile arrivare a questo punto. Prima avevamo gli schiavi poi c’è stata la Magna Carta, l’abolizione degli schiavi, la repubblica, fino ad arrivare a un voto per ogni persona. Quindi in teoria c’è democrazia: sia un ricco che un povero hanno lo stesso potere di dire la loro (1 voto entrambi). Il problema (come cerco di spiegare nei miei video) è che con il tempo il ricco ha capito il potere del voto e ha comprato il voto del povero e in più gli fa credere che votare non serve a niente. E oggi proprio quella categoria che è più umiliata (i più sfruttati, i disoccupati, i giovani) sono quelli che non vanno più a votare.

innanzi tutto parlare di rettiliani non equivale a parlare di politica o di altre cose, non puoi fare di tutta l’erba un fascio, poi se vai a criticare chi parla di certi argomenti domandati prima quello che fai tu, certo che parlare e basta non serve a niente, bisogna fare i fatti, parlarne però è già un buon inizio, hai anche detto che nessuno si interessa a certe cose perchè gira col macchinone quindi è ricco e non sa cosa sia la sofferenza, poi quando c’è qualcuno che ne parla lo vai a criticare, boh non capisco sinceramente cosa vuoi dire, se si parla di economia o di politica è perchè si vuole cercare di risolvere qualcosa, per me sei tu che parli di favole visto che stai a mischiare tutto senza distinzioni, cazzo centrano i rettiliani scusa? sai cosa sono gli ufo almeno, capire i meccanismi dell’economia certo che è importante ma penso che ormai lo sappiano un pò tutti, il problema è trovare un modo per uscirne, non fare discorsi qualunquisti per favore perchè non servono a molto

Parlare di rettiliani, gesuiti, massoni, coglioni.. come spiego nel video, è perfetto per il potente (quando parlo di potente, intendo quelli con i soldi: imprenditori, mafiosi, politici [che oggi è la stessa cosa] e roba del genere, che hanno capito che tutto si gioca nella politica). Per loro finché la gente parla di ufo (guardati il video intero con il quale ho fatto il mio video blob. Li parlano apertamente di influenze extraterrestri) Quindi dicevo che finché i giovani sono distratti con queste minchiate, loro sono a posto. Oggi invece di avere giovani per le strade a protestare, o a organizzarci politicamente, stanno a parlare di minchiate online. Molto probabilmente (e qui divento io il complottista) tutta questa roba è stato messa online proprio per rincoglionire la massa. I giovani pensano che la colpa sia degli extraterrestri dei Massoni, degli Illuminati, dei banchieri (tutti effetti come spiego nei miei video) e quindi puntano la loro rabbia ed energia contro il niente. Ricordo che i banchieri nella crisi del 2008 sono andati a pregare lo Stato di salvarli perché avevano finito i soldi. Siccome lo Stato ormai è in mano ai potenti (perché noi pensiamo ad altro) Lo Stato decise di salvare le banche prendendo quei soldi da tutti noi. Questo perché la gente perde tempo con le cazzate.

che poi non ho capito cosa ci sia di strano nel fare la vittima, sarebbe peggio credere di essere liberi e onnipotenti, non credi, tu cosa dici

Se hai un problema, lo devi risolvere, non piangere perché c’è un problema. Questo lo fanno i bambini.

Il Lavoro Dopo il Capitalismo

Una soluzione per uscire dalla crisi economica (ma soprattutto mentale) nella quale si trova l’umanità oggi, potrebbe essere la democratizzazione finalmente del lavoro e cioé imprese non più dirette da poche persone, ma da tutti i lavoratori.

La situazione attuale è paradossale. Abbiamo persone che potrebbero lavorare, abbiamo i mezzi e tanto da poter fare, ma il sistema non riesce a mettere insieme le due cose perché è tutto nelle mani del privato. E vista la crisi il privato sceglie di non investire e tenere i soldi in banca per non rischiare. Oppure trasferiscono la produzione in paesi del terzo mondo. Lo Stato non osa dire niente a queste poche persone che tengono tutta la popolazione in questa condizione di miseria.

Dare le imprese in mano ai lavoratori, significa che le decisioni prese terranno conto non più per i bisogni di pochi ma per quello di tutta la comunità. Lasciare in mano a poche persone la produzione significa anche maggior rischio per l’ambiente. Un dirigente di solito non passa molto tempo nel posto di lavoro e quindi fra guadagno o sicurezza, opterà sempre per il primo.

La disoccupazione anche cresce perché se un privato può risparmiare trasferendo l’impresa, lo farà senza curarsi di chi ci lavorava. Se a decidere fossero i lavoratori, non farebbero mai una scelta del genere. Per non parlare dell’umiliazione di avere una persona che dà solo ordini e guadagna grazie al lavoro degli altri. In una cooperativa il profitto viene diviso equamente fra tutti i lavoratori.

In una cooperativa tutti a rotazione si occupano di tutti i lavori richiesti per mandare avanti l’azienda. Questo significa più coinvolgimento e meno frustrazione e alienazione che sono la caratteristica principale di un lavoro qualsiasi oggi (e questo quando ti va bene).

Questo video è il trailer di un documentario americano uscito nel 2012 sulle cooperative (sempre più numerose) negli Stati Uniti d’America, ma non solo. Il documentario parlerà anche di Mondragón Corporación Cooperativa (in Spagna). MCC è un gruppo multinazionale composto da 255 società, che comprende 111 cooperative. È il settimo gruppo industriale spagnolo per giro d’affari e il terzo per occupazione.

Nota personale: Penso che possiamo fare meglio delle cooperative. L’uomo deve puntare a liberarsi dal lavoro e non continuare a competere e passare la maggiorparte del suo tempo chiuso in fabbrica. Detto ciò, questo sarebbe un’ottima alternativa alla miseria e schiavitù che abbiamo ora.

SCIE CHIMICHE Ecco perché lo fanno

Prendo spunto dal video “SCIE CHIMICHE: LA GUERRA SEGRETA” di tommix: https://youtu.be/b8JsEhnLU94

In questo video faccio notare che in un sistema strutturato in modo da metterci tutti gli uni contro gli altri, tutti noi (chi più chi meno) se accetta le regole del gioco, si trova costretto a chiudere un occhio per restare a galla. Il sistema più sei spietato e più ti premia. Questo è la trappola. Quasi tutti noi ci caschiamo. Ci piacciono le comodità che il sistema ci da quando facciamo quello che esso vuole. Questo è un “diffetto” di ciascuno di noi e non solo dei “cattivi” (massoni, gesuiti, rettiliani…). Nel video spiego come questo lo facciamo da quando siamo piccoli in famiglia (rapporto figli / genitori); per continuare poi quando siamo adulti (rapporto studente/insegnante – lavoratore/datore di lavoro). Questo non significa che dobbiamo rassegnarci. Quello che cerco di dire è che è inutile combattere le scie chimiche, l’inquinamento, le guerre, la corruzione ecc. in un sistema che genera questi fattori per sua natura (come ha sempre fatto). Il sistema attuale si chiama capitalismo. L’uomo non ha sempre vissuto in questo modo. Prima del capitalismo, c’era il feudalismo. Prima ancora la monarchia e ancora prima la schiavitù. Il capitalismo quindi, come ogni sistema che abbiamo adottato è destinato ad evolversi in un sistema migliore. Oggi stiamo vivendo in uno di quei momenti storici. Il sistema attuale ha dato i suoi frutti. È stato un passo avanti rispetto al sistema precedente, però sta creando anche molte tensioni che sono ormai fuori dal suo controllo come: guerre, corruzione, crisi ambientale, instabilità sociale, ineguaglianza ecc. Quando quest’ultime arriveranno ad un punto critico, avremo un cambio di sistema. Tenendo conto di quello che non ha funzionato in questo sistema. Per esempio abbiamo visto che alla base del sistema capitalista c’era la competizione. Tutti contro tutti. Questo ha dimostrato di non essere un’ottima idea. Si spera quindi che il sistema seguente non ci metta più in competizione gli uni contro gli altri ma che ci sia collaborazione.